BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PIETRO FERRERO/ E' morto l'erede dell'industria dolciaria, forse un incidente

E' morto improvvisamente Pietro Ferrero, amministratore delegato della Ferrero, colosso dell'industria dolciaria. Era in Sudafrica per motivi di lavoro, le cause non sono ancora note

Pietro Ferrero, foto Ansa Pietro Ferrero, foto Ansa

PIETRO FERRERO LA MORTE - Forse un incidente. E' morto improvvisamente Pietro Ferrero, si trovava in Sudafrica e al momento si parla di incidente senza fornire ulteriori particolari. Pietro Ferrero aveva 48 anni e insieme al fratello Giovanni era amministratore delegato del gruppo Ferrero, una delle più grandi industrie dolciarie del mondo. Pietro Ferrero si trovava in Sudafrica per motivi di lavoro, si è in attesa di conoscere le reali ragioni della sua morte improvvisa. Era sposato con tre figli. Il comunicato ufficiale dell'azienda: "La Ferrero conferma il decesso del dottor Pietro Ferrero, ceo del gruppo, a seguito di un incidente in Sud Africa dove si trovava in missione di lavoro. Al momento disponiamo di notizie frammentarie, le circostante esatte degli accadimenti non sono ancora note".

La Ferrero, con sede ad Alba nel Piemonte, ha oltre ventimila dipendenti. E' famosa in tutto il mondo per prodotti come la cioccolata Nutella. Fondatore è Pietro Ferrero che nel 1942 apre un laboratorio proprio ad Alba, mentre la moglie gestisce una pasticceria. E' del 1946, alla fine della guerra, che cominciano ad arrivare i primi prodotti che si fanno conoscere su scala nazionale, come i gianduiotti a base di nocciola. Nasce tutto come azienda familiare: il fratello di Pietro, Giovanni, darà vita a una capillare rete di vendita. Nei decenni successivi la Ferrero si impone nonsolo sul maercato italiano ma su quello mondiale come una delle maggiori imprese dolciarie.