BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

JUCKER/ Ottiene un permesso per uscire 10 ore. 9 anni fa massacrò la fidanzata

Ruggero Jucker  uscirà di prigione per dieci ore come permesso premio. 9 anni fa massacrò la fidanzata con un coltello da sushi. Deve scontare ancora due anni di carcere-

Foto Ansa Foto Ansa

Ruggero Jucker  uscirà di prigione per dieci ore come permesso premio. 9 anni fa massacrò la fidanzata con un coltello da sushi. Deve scontare ancora due anni di carcere-

Ruggero Jucker ha ottenuto un permesso premio. L’uomo, un imprenditore delle ristorazione di 44 anni, 9 anni fa, al grido di “sono Bin Laden”, uccise le fidanzata, Alenya Bortolotto, massacrandola con 22 colpi di coltello da sushi. Dopo, gettò un pezzetto di fegato in giardino. All’uomo sarà concesso di uscire per dieci ore dal carcere di Bollate, dove è rinchiuso, a patto che, tuttavia, sia accompagnato da un volontario e faccia tappa da un medico. E’ quanto ha stabilito il Tribunale di Sorveglianza di Milano.  Jucker, il 24 ottobre del 2003, era riuscito a evitare l’ergastolo grazie al rito abbreviato e fu condannato a 30 anni per omicidio aggravato.

Il gup Guido Salvini  ritenne l'aggravante della crudeltà prevalente sulle due attenuanti del parziale vizio di mente e del risarcimento del danno alla famiglia della vittima, apri a 1 milione e 300.000 euro.  In secondo grado, grazie al  «patteggiamento in appello», istituto ora abolito, ottenne quasi il dimezzamento della pena, a 16 anni, ridotti ulteriormente a 13 grazie all’indulto che, per buona condotta, sono diventati 11.