BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CARMELA REA/ Ascoli, la donna scomparsa: uccisa, sul cadavere una svastica

Pubblicazione:giovedì 21 aprile 2011

Carmela Rea, foto Ansa Carmela Rea, foto Ansa

CARMELA REA UCCISA AD ASCOLI - Carmela Rea, scomparsa il 18 aprile, è stata ritrovata ieri. Assassinata. Il volto sfigurato, segni di violenza ma non sessuale.

Sulla schiena qualcuno le ha disegnato una svastica e nel collo una siringa. Un mistero. Carmela Rea si trovava mercoledì pomeriggio con la famiglia (il marito, un caporale dell'esercito, e la figlia di poco più di un anno) sui prati della zona di Colle San Marco, in provincia di Ascoli Piceno. Si era allontanata per andare al bagno, ma nell'unico bar della zona nessuno l'ha mai vista. Poi ieri una telefonata anonima al 113 e il ritrovamento. Esattamente a diciotto chilometri in linea d'aria dal punto in cui era Carmela quando si è allontanata, un parco giochi dove si trovava la famiglia per un picnic. Il pinto in cui è stato ritrovato il cadavere, nudo, con una siringa infilata sul collo e il volto sfigurato, è nei pressi dell'area militare di Casermette, un poligono di tiro. Adesso si comincia a indagare sull'episodio. Secondo i familiari la donna conduceva una vita normale, aveva avuto qualche disturbo di depressione post parto ma la cosa era finita lì. Si tiene aperta ogni ipotesi possibile, dalla vendetta per ragioni ancora sconosciute al raptus di follia di qualche sconosciuto.

 



  PAG. SUCC. >