BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PARMA/ Ragazza picchiata dal padre perché corteggiata dai compagni di scuola

Una ragazzina di tredici anni, di origine pakistane, è stata riempita di botte dal padre perché troppo carina e occidentale. I professori se ne sono accori dai liivdi.

Foto Ansa Foto Ansa

RAGAZZINA DI 13 ANNI PRESA A BOTTE PERCHE’ TROPPO OCCIDENTALE - Una ragazzina di tredici anni, di origine pakistane, è stata riempita di botte dal padre perché troppo carina e occidentale. I professori se ne sono accorti dai liivdi.

Troppo occidentale, tropo carina; e così, il padre l’ha riempita di botte. E’ accaduto ad una tredicenne del Parmense. All’uscita da scuola, i compagni di classe scherzavano con lei, con le classiche “sparate”  che si fanno tra ragazzini:

«Ti piace quello, ti viene dietro l'altro». Un giorno il padre, che era andato a prenderla, nello schiamazzo generale sente questi discorsi, ascolta tutto. E, una volta tornato, la pesta, per punirla delle sue “colpe”. Secondo la Gazzetta di Parma che ha riportato la vicenda, sono stati gli insegnati ad accorgersi dell’accaduto, il giorno dopo. La ragazza, infatti, è arrivata a scuola piena di lividi.

Lei stessa ha confermato che era stato il padre a ridurla così. Il dirigente scolastico e gli insegnanti hanno deciso di contattare i genitori per affrontare la situazione senza, tuttavia, avvisare, per il momento le forze dell’ordine. Sono convinti, infatti, della necessità e dell’opportunità di mantenere un canale di comunicazione aperto con i genitori, ed evitare, per ora, che la bambina venga loro tolta.