BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CARMELA MELANIA REA/ Il mistero della siringa ritrovata. Proseguono indagini e interrogatori

Pubblicazione:sabato 23 aprile 2011

Carmela Melania Rea (Foto Ansa) Carmela Melania Rea (Foto Ansa)

Gli accertamenti sulla siringa mirano a scoprire la natura del liquido che poteva contenere (per esempio, un narcotico). Si tratta di un particolare non irrilevante per scoprire qualcosa in più sulla dinamica dell’omicidio sull’identità dell’assassino. Tuttavia, non è da escludere che la siringa potesse essere stata anche vuota.

Secondo quanto riporta l’Ansa, il comandante provinciale dei carabinieri di Ascoli Piceno, Alessandro Patrizio avrebbe rilasciato delle dichiarazioni riflettendo su questo particolare. Se la siringa fosse stata vuota, potrebbe essere stata infilzata sul corpo della donna per tentare un depistaggio o quale messaggio che rimandi all’uso di droga (anche se non pare che la donna ne facesse utilizzo). Se invece dovessero essere trovate tracce di narcotico nella siringa, ciò vorrebbe dire che l’assassino non avrebbe agito d’istinto, come invece farebbero intendere le coltellate inferte sul corpo della vittima, anche successivamente alla sua morte, ma dopo un’aggressione premeditata.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.