BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

CORTE DI GIUSTIZIA UE/ Carcere per i clandestini: bocciata l’Italia

FotoliaFotolia

 Date queste premesse, la Corte chiede ai giudici di non applicare la normativa italiana cui la sentenza fa riferimento: «il giudice nazionale, incaricato di applicare le disposizioni del diritto dell'Unione e di assicurarne la piena efficacia, dovrà quindi disapplicare ogni disposizione nazionale contraria al risultato della direttiva (segnatamente, la disposizione che prevede la pena della reclusione da uno a quattro anni) e tenere conto del principio dell'applicazione retroattiva della pena più mite, il quale fa parte delle tradizioni costituzionali comuni agli Stati membri».

© Riproduzione Riservata.