BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IL FATTO QUOTIDIANO/ I 250 immigrati morti in mare? Li hanno uccisi quelli del "Fora dai ball"

Pubblicazione:

Foto Ansa  Foto Ansa

L’ARTICOLO DEL FATTO QUOTIDIANO SUI RESPONSABILI DEGLI IMMIGRATI MORTI - Per Andrea Segre, responsabili della morte dei 250 immigrati, sono i politici del “Fora dei ball”, che hanno rispedito per anni chi scappava dall’inferno al proprio destino.

Il governo italiano, la politica, i leghisti, specialmente chi ha recitato per giorni quel famigerato “Fora da i ball”, tutti sapevano. Sapevano, dal 2006 delle condizioni disumane cui erano sottoposti i cittadini libici, le torture, le violenze cui sarebbero andanti incontro gli immigrati respinti dall’Italia. «I profughi eritrei, etiopi, sudanesi, ivoriani partiti da Zuwhara e morti affondati nel più grande cimitero della post-modernità, il Mediterraneo, sono esattamente quelli che il governo italiano ha respinto dal maggio 2009, impedendo loro di avere protezione umanitaria e consegnandoli alle carceri e alle violenze del regime libico».

E’ quanto scrive Andrea Segre in un articolo de Il Fatto quotidiano di per sé esplicativo: «Li Avete uccisi voi. Ecco il “Fora dai ball”». Secondo Segre, «era dal 2006 che l`Italia aveva notizie chiare e provate di violenze disumane perpetrate dalla polizia libica ai danni dei migranti: deportati in container, detenuti, violentati, privati di qualsiasi diritto e identità. Ma a nulla sono servite quelle notizie per fermare gli accordi con Gheddafi. Lo scopo era uno solo: "Fora dai ball"».



  PAG. SUCC. >


COMMENTI
07/04/2011 - Siamo tutti colpevoli. (Giuseppe Crippa)

Non li hanno uccisi quelli del ”fora di ball”, li abbiamo uccisi tutti noi, che non distinguiamo certo tra rifugiati e clandestini. In questo il governo Berlusconi, con il suo trattato con Gheddafi del 2008, ci ha rappresentato benissimo, quindi la tesi de “Il fatto quotidiano” è a mio avviso fondata.