BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SANTO DEL GIORNO/ 7 aprile 2011: san Giovanni Battista de La Salle patrono degli insegnanti

Tutti i Santi Tutti i Santi

Tuttavia, man mano che cresce la comunità, iniziano anche le critiche  da ogni parte, dall’alto clero di Parigi, da vari parroci e dall’autorità civile, dai cattolici integrali e dai giansenisti; tutto sembra crollare, è una situazione faticosa da sostenere ma san Giovanni, pur nell’umiltà del suo silenzio, non demorde e la semina dà i suoi frutti: nascono le scuole per adulti, le scuole per maestri, gli istituti d’istruzione nelle carceri, i collegi “di istruzione civile a pagamento”. Ci sono anche i suoi libri, utile strumento per gli insegnanti, trattati e sillabari.
A causa di critiche e ostacoli esterni da Parigi dovrà portare la sua comunità nel paesino di Saint-Yon, presso Rouen, dove muore il 7 aprile 1719. Intanto il piccolo centro conta ormai
23 case e diecimila allievi. E le sue esequie sono uno spettacolo meraviglioso: trentamila persone si riversano nel paese per dargli l’ultimo saluto. Papa Leone XIII lo canonizzerà nell’anno 1900. E, cinquant’anni dopo, Pio XII lo proclamerà "patrono celeste presso Dio di tutti gli insegnanti".

(Fonte: santiebeati.it)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
07/04/2011 - interceda per loro... (Anna Di Gennaro)

Considerato che i dirigenti scolastici conoscono poco o nulla i loro doveri e le normative vigenti sulla tutela della salute degli insegnanti e il MIUR manda personale insesperto a informare e formare i malcapiatati di turno, non resta che affidarsi alla divina Provvidenza affinchè illumini le menti di chi riveste ruoli istituzionali. Non c'è da meravigliarsi quando poi qualcuno "scoppia" letteralmente di fronte all'utenza ignara dei rischi di chi svolge la professione: AMEN. "E' l'unica cosa che sanno fare: ammonizioni, biglietti disciplinari, censura.Sono gli unici articoli che conoscono a memoria. Vedi se sanno progettare, coordinare, relazionare, moderare. No. Loro, i “grandi personaggi”, sanno ammonire. (lo saprebbe fare anche la mia figlia più piccola: e che ci vuole!) C'è solo da vergognarsi! E' la cosa più stupida per un Dirigente: punire l'insegnante. E poi, come si permette di andare a curiosare nel registro del professore. Esso appartiene al corredo dell'insegnante: è inviolabile e indiscutibile (è ovvio che l'insegnante lo sappia gestire). Certo, che in quella scuola, l'insegnante, non avendo "...fatto in tempo a compilare le proposte di voto finale...", sarà caduta la Segreteria, o l'Ufficio di Presidenza, o...Pensa che in questi primi giorni dell'anno, a proposito di alcuni lavori di routine che si fanno, il mio Dirigente si è permesso di dire: "LI VOGLIO ENTRO DOMANI". Ma mi faccia il piacere! Che volete: quando sento parlare di Dirigenti...per Bacco...io!