BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SPRECO/ La Fao denuncia: 1,3 miliardi di tonnellate di cibo nel cassonetto.In Italia lo salva il Banco Alimentare

Pubblicazione:mercoledì 11 maggio 2011 - Ultimo aggiornamento:giovedì 12 maggio 2011, 17.17

Un indigente in una mesa dei poveri, foto Ansa Un indigente in una mesa dei poveri, foto Ansa

L’idea è nata negli Usa grazie a John Van Hengel che fondò il primo Banco Alimentare nel 1967 a Phoenix, in Arizona, con il nome di St. Mary's Food Bank: raccoglieva cibo da negozi e ristoranti. Nel 1984 l'esperienza fu trasportata in Europa, a Parigi, l’anno successivo nasceva la Federazione Europea dei Banchi Alimentari, nel 1989 è nato il Banco Alimentare Italiano. In tutta Europa la Federazione Europea dei Banchi Alimentari (240 banchi alimentari in tutto il continente) ha raccolto 359.960 tonnellate di cibo che è stato distribuito a 4.9 milioni di persone in stato di necessita con l’aiuto di 27,660 strutture caritative. In Italia lo scorso anno la Fondazione Banco Alimentare Olus ha sottratto allo spreco 65.000 tonnellate di cibo che sono finiti sulle tavole di 1,5 milioni di poveri grazie alla collaborazione con 8.5000 strutture caritative.

(Francesco Lovati)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.