BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

SANTO DEL GIORNO/ 2 maggio 2011: sant'Atanasio vescovo

Tutti i SantiTutti i Santi

Sant’Atanasio riuscì a tornare, ma fu di nuovo osteggiato dagli ariani che gli contrapposero un altro vescovo di Alessandria. Nella Pasqua del 345 si recò ad Aquileia presso Costante, imperatore d'occidente, che gli ottenne dal fratello Costanzo il permesso di tornare alla sua sede dopo la morte del vescovo intruso (345).
Dopo un periodo finalmente tranquillo di un decennio, alla morte del suo protettore Costante (350) e del papa Giulio I (352), tuttavia i nemici di Atanasio riuscirono ancora a sollevargli contro anche l'episcopato d'Occidente nel Concilio di Arles (354) e in quello di Milano (355). A questo punto Sant’Atanasio fuggì nel deserto, dove i monaci per otto anni lo sottrassero con cura a tutte le ricerche. Dalla solitudine egli continuò a governare la sua chiesa e scrisse i Discorsi contro gli Ariani. Dopo la morte di Costanzo, nel 362 Sant’Atanasio ritornò nella propria sede vescovile e ristabilire l'ortodossia nicena e combattere l'arianesimo ufficiale.

© Riproduzione Riservata.