BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

DON RICCARDO SEPPIA/ Il prete pedofilo si dichiara sieropositivo

Il sacerdote di Sestri Ponente incarcerato con l'accusa di violenze sessuali nei confronti di minori e spaccio di cocaina, avrebbe dichiarato di essere sieropositivo

Don Riccardo Seppia, foto AnsaDon Riccardo Seppia, foto Ansa

Il sacerdote di Sestri Ponente incarcerato con l'accusa di violenze sessuali nei confronti di minori e spaccio di cocaina, avrebbe dichiarato di essere sieropositivo. Orrore che si aggiunge a orrore. Le sue vittime, dunque, oltre al dramma psicologico, adesso devono anche temere di essere stati contagiati. E' stato lui di sua iniziativa dirio al medico del carcere appena arrivato a Marassi lo scorso venerdì. Nella ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Milano il 12 maggio era comunque già dichiarato lo stato di sieropositività del sacerdote. Sono intanto molte le intercettazioni telefoniche in cui appare evidente la doppia natura dell'uomo, parroco di giorno e frequentatore di discoteche di notte, consumatore di droga e violentatore di minorenni. In queste telefonate, don Riccardo chiede continuamente che gli vengano trovati ragazzini e droga. Ieri don Seppia ha chiesto di essere trasferito da Marassi ad altro carcere. «La situazione per me, qui, è insostenibile» ha detto. Benché in isolamento, infatti, l'uomo ha già ricevuto diverse minacce di morte da altri detenuti e ha rinunciato all'ora di aria libera per evitare ogni possibile contatto con gli altri detenuti. Come da tradizione, i pedofili sono visti malissimo nei carceri e vengono minacciati. La richiesta è stata accettata, il prete dovrebbe essere trasferito nelle carceri di Sanremo.