BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

YARA GAMBIRASIO/ Nel dolore e nella fede Brembate chiede l'ultimo miracolo

Yara Gambirasio (Ansa)Yara Gambirasio (Ansa)

Lo strazio del dolore si rinnova. Era stato così in quel freddo giorno di novembre quando Yara scomparve. È stato così il giorno del suo ritrovamento in quel campo di Chignolo. Ed è oggi così, mentre ci si prepara all’ultimo saluto. Come è stato in questi mesi lunghi e dolorosi, nessuno invoca vendetta. La gente prega; a centinaia sosteranno davanti a quella bara bianca e domani saranno presenti ai suoi funerali.

Yara sorride nella foto accanto alla sua bara bianca e c’è anche il disegno di uno dei suoi fratelli, il più piccolo; una bambina in un prato verde. Domani sarà un grande abbraccio, l’ultimo abbraccio alla piccola Yara. Ma non tutto sarà finito. Questo piccolo angelo continuerà a compiere i piccoli miracoli che hanno costellato questi mesi di dolore. La sua storia, il suo dramma. ha risvegliato la fede dei semplici, ha riavvicinato la gente. Oggi si attende un ultimo miracolo. Che il cuore di pietra dei suoi assassini, si sciolga.

 

(Massimo Romanò)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
27/05/2011 - Yara (Carla D'Agostino Ungaretti)

La tragica vicenda di Yara ci interpella ancora una volta sul mistero critiano del perché del dolore innocente e sull'esistenza del Male. Ma non è di questo che voglio parlare. Voglio solo sottolineare l'incapacità delle nostre forze dell'ordine e dei nostri investigatori che non sanno venire a capo di nulla, né per Yara, né per Sara, né per Melania, nonostante gli strumenti tecnici e scientifici che hanno a disposizione E questo è molto triste.