BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

J'ACCUSE/ La Francia uccide gli embrioni e la libertà del medico

Pubblicazione:martedì 31 maggio 2011 - Ultimo aggiornamento:martedì 31 maggio 2011, 13.34

La bioetica fa discutere (Imagoeconomica) La bioetica fa discutere (Imagoeconomica)

Nonostante tale divieto già oggi in Francia il 96% dei bambini con la trisomia 21 (cosiddetta sindrome di Down) è eliminato prima della nascita.

La nuova norma che l’Assemblea potrebbe introdurre - oltre a costituire una violazione della libertà di coscienza del medico e dei suoi obblighi deontologici - dà vita a una grave discriminazione, giacché essa sottende l’ingiusta idea che la vita di un malato valga meno di quella di una persona sana. Tornano, così, alla mente le parole di un grande giurista del secolo scorso, Francesco Carnelutti, il quale, sia pure ad altro proposito, sessant’anni or sono, criticamente annotava: anche “se un malato vale meno di un sano, a fortiori la vita, anche di un malato, vale qualcosa mentre la non vita non vale nulla. E questo, badiamo, non è un gioco dialettico ma il riconoscimento della più alta verità: a prescindere dalle possibilità sempre maggiori di guarire (… su cui ci si impegnerà sempre meno, visto che vi è un rimedio - terribile, nda - che consente di risolvere il problema con minor sforzo) per chi non confonde il male col morbo e col dolore, proprio la vita d’un malato può raggiungere le vette più alte: se Leopardi fosse stato un atleta, mancherebbe, assai probabilmente, al mondo una delle sue bellezze più pure”.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
01/06/2011 - L'esito del 1789! (Francesco Giuseppe Pianori)

Un altro risultato della Rivoluzione Francese! Liberté, egalité, fraternitè vissute ideologicamente, staccate dal loro motivo di essere, l'esperienza cristiana che le ha introdotte nella storia, hanno prodotto e continuano a produrre questo genere di disumanità. Si chiama eterogenesi dei fini.