BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

BORGHEZIO/ Malmenato a St. Moritz. “Mi hanno fatto uscire il sangue dal naso”

L’eurodeputato Mario Borghezio, avvezzo a trovarsi in situazioni a rischio, suo malgrado, è stato malmenato per aver tentato di assistere ai lavori del Gruppo Bildelberg.

Immagine d'archivio Immagine d'archivio

Borghezio ancora una volta le ha prese. L’europarlamentare, avvezzo a trovarsi in situazioni a rischio, suo malgrado, è stato malmenato per aver tentato di assistere ai lavori del Gruppo Bildelberg. Si tratta di un incontro annuale, che si tiene in alberghi o resort di lusso in località, in genere, europee. Vi prendono parte alcuni esponenti dell’alta finanza mondiali, capi di stato ed economisti. Tra i suoi promotori vi è David Rockefeller e, data la segretezza assoluta e il fatto che niente di ciò che viene detto nel corso del summit trapeli all’esterno,  è stato spesso oggetto di teorie complottistiche. Ebbene: l’europarlamentare leghista, spinto dalla curiosità ha tentato di entrare nell’Hotel Suretta di St. Moritz, dove si stavano tenendo i lavori ma, all’entrata, è stato fermato dagli uomini del servizio di sicurezza. «Ci hanno letteralmente presi a spintoni. Mi hanno dato anche un colpo sul naso che ora è sanguinante: è stata un'aggressione violentissima, mi hanno portato fuori di peso e per un miracolo non sono caduto», ha raccontato Borghezio che è stato aggredito assieme al suo assistente. In seguito, è stato fermato dalla polizia svizzera. «Nulla da eccepire sul loro comportamento, sono stati gentilissimi, ma non riesco a capire perché se la siano presa con noi: ci hanno portato via come malviventi, perquisendo anche la nostra macchina, dove ovviamente non è stato trovato nulla».