BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TERREMOTO SAN PIERO IN BAGNO/ Sant'Emidio la processione: 640 scosse in 20 giorni

Pubblicazione:lunedì 13 giugno 2011

Immagine d'archivio Immagine d'archivio

TERREMOTO EMILIA ROMAGNA SANT'EMIDIO - Cesena e Forlì, Emilia Romagna: quasi 700 scosse di terremoto in 20 giorni. Tutto ha avuto inizio dalla scossa del 25 maggio, molto forte, ben 3,7 gradi della scala Richter. Poi l'estenuante sciame sismico con varianti tra i 2 e i 3 gradi. Spaventati e stanchi, gli abitanti di San Pietro in Bagno in provincia di Cesena hanno chiesto aiuto al santo protettore dei terremoti. E' Sant'Emidio, martire che visse tra il 200 e il 300 dopo Cristo. Era così passato di moda che la sua statua da circa trent'anni era stata buttata in un angolo della sacrestia, ma adesso ha ritrovato il suo posto nella navata centrale della chiesa di San Piero in Bagno. Non solo: è stata anche portata in processione. Sant'Emidio aveva questa caratteristica: toccava con un dito una abitazione o un tempio die pagani, e questo crollava distrutto come se fosse stato colpito da una scossa di terremoto. Ecco perché dopo la morte è diventato il santo protettore dei terremoti. E a lui si sono rivolti i cittadini, stanchi di tante scosse che fortunatamente non hanno fatto alcuna vittima o alcun danno maggiore, ma fanno vivere nell'ansia e nello stress. I vecchi edifici si muovono, tremano e ballano, la gente ha paura. Inizialmente la gente era scesa a dormire nelle macchine, poi però la stanchezza ha avuto il sopravvento e sono tornate nelle abitazioni, con la paura. Gli esperti dell'istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia parlano di sciame sismico nella norma, non c'è da avere paura.




  PAG. SUCC. >