BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

BOLOGNA/ Professoressa avvelenata: gli studenti volevano saltare il compito in classe

Volevano evitare un compito in classe. E l’hanno avvelenata. E’ accaduto in una scuola bolognese. Gli studenti autori del gesto non sono ancora stati identificati.

Foto d'archivioFoto d'archivio

Volevano evitare un compito in classe. E hanno avvelenata la loro professoressa. E’ accaduto in una scuola bolognese. Gli studenti autori del gesto non sono ancora stati identificati. E’ accaduto ad una docente di inglese della II F dell’istituto tecnico industriale A. Valeriani di Bologna. Mentre era assente, i suoi alunni hanno aggiunto all’acqua contenuta in una bottiglietta, lasciata sopra ad una cattedra, una sostanza tossica. Del tricloroetano, per la precisione. Si tratta di un solvente molto potente, dall’elevata tossicità. Colpisce il sistema nervoso provocando nausea, vomito, confusione e incoscienza. In alcuni casi, la morte. La sostanza è inodore e insapore e la sua tossicità è estremamente elevata anche in piccolissime quantità. La prof si è sentita male dopo solo un sorso ed è stata portata in ospedale. Chi ha compiuto il gesto sconsiderato è probabile che abbia trovato la sostanza nell’armadietto dei bidelli. Non è chiaro se gli studenti abbiano trovato la prima cosa che gli è capitata a portata di mano o se abbiano dato attuazione ad un piano premeditato.