BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

ONDATA DI CALDO/ Temperature in aumento, i consigli per anziani e bambini

Da questo weekend in arrivo su tutta l'Europa occidentale Italia compresa una ondata di caldo con temeprature che possono arrivare anche ai 40 gradi. I consigli per proteggersi

Immagine d'archivioImmagine d'archivio

E' attesa nei prossimi giorni una intensa ondata di caldo. Temperature in aumento, afa ai massimi livelli. E' quanto dicono i meteorologi avvertendo che a partire da questo weekend è in arrivo un anticiclone delle Azzorre. Insieme, arriverà una ondata di caldo anche dall'Africa, che porteranno tempo stabile e soleggiato sull'Europa occidentale. Bel tempo dunque, ma caldo intenso con temperature che supereranno i 35 gradi e in alcuni casi si spingeranno fino ai 40 gradi. Il caldo più forte è previsto nella penisola iberica e in Francia, ma anche in Italia si soffrirà non poco. Il massimo del caldo si raggiungerà tra lunedì 27 e martedì 28. Ecco allora che in previsione di questa fase di caldo il ministero della salute rilascia alcuni consigli per come affrontare l'emergenza, con un occhio particolare per anziani e bambini piccoli. Ovviamente due consigli fondamentali non hanno bisogno di alcun ministero: evitare di uscire nelle ore più calde della giornata (tra le 11,00 alle 18,00), consumare cibi freschi e leggeri, non lasciare bambini in auto neanche per poco tempo perché anche 15 minuti possono scatenare un fatale colpo di calore. Ecco comunque cosa dice il ministero a proposito: ”Mai lasciare i bambini soli in macchina: è alto il rischio di morte per ipertermia (colpo di calore)”. Ecco altri consigli utili. Bere almeno due litri di acqua al giorno, mangiare quotidianamente frutta e verdure fresche, evitare gli alcolici, limitare i caffè. Proteggere la testa dal sole; mantenere le finestre chiuse di giorno e aprirle alla sera; abbassare la temperatura corporea con bagni e docce fresche ma non usare acqua troppo fredda non bagnarsi  dopo il rientro da ambienti molto caldi, perché è potenzialmente pericoloso per la salute.