BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

IL CASO/ Sgarbi: vi spiego perché la P4 è una montatura e Bisignani non conta nulla

Luigi Bisignani (Foto: IMAGOECONOMICA)Luigi Bisignani (Foto: IMAGOECONOMICA)

Lei non ha idea dell’insoddisfazione che ho per il fatto di non poter esprimere nel modo più radicale questi concetti non ai giornali, ma di fronte a un tribunale in cui si metta di fronte alle sue responsabilità Woodcock per i soldi che ha buttato da sempre. Con Fabrizio Corona, Francesco Totti, Vallettopoli, la Gregoraci, faceva andare tutti a Potenza per interrogarli sul niente: uno schifo. Le risulta che la Gregoraci sia stata condannata per qualcosa? Oppure Vittorio Emanuele? Sono stati assolti. E quindi hanno speso milioni di euro per nulla. Si vergognino. E finirà così: lei mi chiamerà tra un anno e vedrà che Bisignani non sarà stato condannato neanche a un’ora di carcere.

È una specie di profezia?

Ma lei si rende conto che saranno almeno 15mila pagine di atti e 2,5 milioni di euro spesi solo per Bisignani? E’ una cosa ripugnante. Poi lei legge Repubblica e si beve tutte quelle scemenze sulla rete di Bisignani. Una volta Bisignani ha chiesto di parlare a Berlusconi e il premier lo ha tenuto sulla porta per 20 ore, prima di riceverlo, ammesso che lo abbia ascoltato per un solo secondo. Repubblica è arrivata a scrivere che Bisignani «rispondeva al centralino di Palazzo Chigi». Il centralino di Palazzo Chigi è un centralino normale, che si chiama «a batteria» e che ha dei numeri di telefono di tantissime persone. E siccome Bisignani sarà lì dai tempi di Andreotti, è probabile che ci sia ancora il suo numero. Non è quindi che uno chiama, e dice: «Mi passi Bisignani». Sono delle supposizioni insensate di gente vanitosa che usa il suo ruolo per rompere le scatole e spendere i soldi dello Stato. Comunque questo è il dato di fatto: non ci sono i soldi per la cultura, perché bisogna spenderli per intercettare Bisignani.

(Pietro Vernizzi)


© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
29/06/2011 - SIAMO IN TANTI AD AVER CAPITO .. MA !! (GIUSEPPE PIGLIAPOCO)

All'Infedele ho ascoltato lo sproloquio di Enzo Mauro il quale ha fatto di tutta un'erba ed un fascio e di altri come lui quasi che neppure la presunzione di innocenza valga a qualcosa o solo per alcuni e non per tutti gli altri . La presunzione di innocenza pone il principio che chiunque con qualunque mezzo e soprattutto con il mezzo televisivo pone di fatto una persona nella posizione della presunzione di colpevolezza deve rispondere di diffamazione a mezzo stampa se poi il tutto non sfoci addirittura nella calunnia . ( Penso allo stato d'animo di Dell'Utri sopraffatto dalle pasquinate di Santoro e dalla traviglite di Travaglio ) Le intercettazioni farlocche da un lato e le pasquinate televisive dall'altro gettano imbarazzo e destabilizzazione tra la gente ( soprattutto di destra...? sic ? ) che poi non va a votare. Ho sempre sostenuto che i Giudici non debbano essere sottoposti ad una sorta di effimera responsabilità civile ma ad una responsabilità penale aggiungendo qualche semplice ritocchino al Codice Penale . Allora ci si accorgerà che non sarebbe servito neppure qualche Lodo .Anche le aziende e gli investimenti come possono andare avanti tra tanto malcostume e tanta incertezza mentre serve tanta iniezione di fiducia ? Credo che in Parlamento servono altre teste dopo una buona sforbiciata di quelle inutili o non in grado di capire come si gestisce uno Stato in questo tormentato frangente .