BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

DENISE PIPITONE/ Mazara, la bambina scomparsa, rivelazione di Giuseppe D'Assaro

Il caso di Denise Pipitone, la bambina scomparsa a Mazara del Vallo nel 2004. Il pentito Giuseppe D'Assaro ha fatto oggi rivelazioni clamorose che illuminano la vicenda

Denise Pipitone Denise Pipitone

Il caso di Denise Pipitone, la bambina scomparsa a Mazara del Vallo il primo settembre 2004. Oggi è apparso in tribunale Giuseppe D'Assaro, pluriomicida e pentito. Nel processo sono accusati di concorso in sequestro e falsa testimonianza Jessica Pulizzi, sorella per parte di padre di Denise, e il suo fidanzato, l'italo tunisino Gaspare Ghaleb. Durante l'udienza di oggi Giuseppe D'Assaro avrebbe dichiarato che la bambina venne portata al ristorante Lo Squalo di Mazara dopo essere stata rapita. La rivelazione gli venne fatta dalla sua ex moglie, Rosalba Pulizzi. Il ristorante era di proprietà di una zia della ex moglie, nonché parente della stessa Jessica Pulizzi. Lì, nel ristorante, la bambina sarebbe stata tenuta nascosta fino a tarda notte. D'Assaro è indagato per occultamento di cadavere, calunnia e autocalunnia. In precedenza, nel corso di un'altra udienza, aveva dichiarato che Denise era stata portata a Palermo in auto dalla ex moglie insieme a Jessica. Poi si è rivolto alla mamma di Denise, Piera Maggio dicendo di non sapere dove si trovi la bambina.