BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LETTERA/ Caro Scalfari, basta il dottor House per scoprire il bene

Pubblicazione:giovedì 30 giugno 2011

Eugenio Scalfari (Foto Imagoeconomica) Eugenio Scalfari (Foto Imagoeconomica)

Misteri che cozzano fra loro, e che ci danno la certezza di sapere ben poco del tutto, di come questi due poli possano stare insieme, di come siano presenti eppur in stridore fra loro. L’unica conclusione è che il mistero è molto, ma molto grande, più grande della semplice conclusione “è assurdo” o “è gestibile e comprensibile da me”; e che piccolezza e grandezza sono vere entrambe, ma ad una dimensione forse insondabile; a meno che dal Mistero stesso non ci arrivi un qualche messaggio. E i messaggi ci arrivano. Basta saperli guardare in faccia, non censurare, esserne interessati, come dalle tre “premesse” di cui sopra. In un lavoro che possiamo chiamare sommariamente ma affettuosamente, dai letti degli ospedali, dalle sale operatorie, dai cimiteri e dalle sale di Stoccolma dove si consegna il premio Nobel: “il bene”.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.