BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Ylenia Carrisi: viva e nascosta in un convento?

Pubblicazione:giovedì 9 giugno 2011 - Ultimo aggiornamento:giovedì 9 giugno 2011, 12.49

Ylenia Carrisi, foto Ansa Ylenia Carrisi, foto Ansa

Si torna a parlare di Ylenia Carrisi, la giovane figlia di Al Bano e Romina Power misteriosamente scomparsa dal 1994. Da allora, di lei non si sa più nulla: il corpo non è mai stato ritrovato e la polizia americana considera il caso ancora aperto seppure la soluzione sembri ormai impossibile da trovare. Adesso, dopo anni di silenzio, si torna a parlare di lei, con una notizia che se confermata avrebbe del clamoroso: Ylenia Carrisi sarebbe viva. La donna, che oggi avrebbe 40 anni, sarebbe nascosta in un convento greco-ortodosso di Phoenix, nello Stato dell'Arizona, non si sa da quando, forse da quando scomparve. A dirlo è un settimanale tedesco, il "Freizeit Revue" che riporta una intervista con il capo della polizia di New Orleans, Warren J. Riley. Sul giornale anche foto del convento e una simulazione di come sarebbe oggi, fisicamente, Ylenia. Anche un detective della squadra omicidi di New Orleans, Gwen Guggenheim, intervistata dal giornale tedesco, sostiene di avere nuovi indizi sulla figlia di Al Bano e Romina. L'indagine è in corso, aggiunge, per cui non può rivelare ulteriori indizi. Tutto nasce dalle dichiarazioni di una medium tedesca, Casia Chayenne, che avrebbe confermato i sospetti di un detective privato americano che segue il caso da tempo (ha anche scritto un libro però mai pubblicato), Frank Crescentini. Ma la polizia al momento non intende entrare nel convento: mancando una accusa precisa, non possono violarne la privacy chiedendo informazioni su chi ci vive. La polizia avrebbe comunque telefonato al convento: il risultato, come conferma il centralinista del convento, Frate Samuel raggiunto a sua volta dal settimanale, è che una donna che lavorava in giardino è fuggita in fretta dal convento. "Era turbata" ha detto "ha detto che voleva andare in Asia". A seguito di tutto questo, nel corso di una intervista rilasciata a Sky ieri sera, Al Bano parecchio infuriato ha detto che si tratta solo di speculazioni. Il detective americano, ha detto, sono anni che si inventa storie sul caso della figlia, non è credibile e anzi andrebbe punito dalla legge per quello che fa. Il caso della figlia per il cantante è ovviamente chiuso da quel lontano 1994 da quando di lei si persero le tracce. Ma cosa successe esattamente? Ylenia, allora 23enne, era giunta a New Orleans nel luglio del 1993. Era impegnata in un piccolo giro del centro e Nord America. Dopo aver fatto qualche apparizione televisiva, aveva studiato all'università di Londra. Una ragazza che stava esplorando la vita, e una ragazza molto bella. Di New Orleans Ylenia si sarebbe innamorata tanto da decidere di scrivere un libro, e per questa ragione contattava personaggi vari della città. Dopo qualche mese tornò nella capitale della Louisiana. Abitava in un alberghetto economico, il LeDale al 700 di St. Charles Avenue e fu vista diverse volte in compagnia di un musicista di strada, un tale Alexander Masakela (in un primo tempo sospettato di averla uccisa). Ylenia si registrò nell'albergo il 31 dicembre del 1993. Il primo giorno dell'anno telefonò ai genitori per salutarli.



  PAG. SUCC. >