BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

RISTORANTI/ A Brescia il re dei pasticceri italiani, ma non solo...

Pubblicazione:

Bistrot Lanzani  Bistrot Lanzani

Posso dire che Brescia è la città ideale? Dal punto di vista del gusto, intendo. Quello che hanno inaugurato in questa città è “più avanti”, e non basta una giornata. Comunque a Brescia risiede il re dei pasticcieri italiani, al secolo Iginio Massari (la sua pasticceria Veneto è in via Salvo d'Acquisto 8, mentre per i gelati c'è una vera e propria gara fra la gelateria Bedont (via Lipello, 8) e la gelateria del Biondo (via Vittorio Emanuele II, 115). Ma il motivo di attrazione che m'ha fatto impazzire sono tre luoghi da vivere. Il primo è clamoroso, si trova nel cuore della città e porta il nome di Buonissimo (tel. 0302808245). Lo hanno voluto i Martini, padre e figli, ed è un megastore del gusto che ha portato vento fresco e leggiadro in corso Mameli, 23. Salendo su e giù per i quattro piani dell'edificio, fra libreria, caffè letterario, enoteca, scuola di cucina e ristorantini ci sono tante cose buone per cui scegliere di fare una sosta. Per la spesa avrete tutto il meglio del Golosario. Inaugurato a inizio anno, è uno dei luoghi cult da visitare, che ha due costole a Rovereto (via Benacense, 50 – tel. 034567895) e a San Benedetto del Tronto (via Roma, 105). Quando siamo arrivati, Buonissimo andava a pieno ritmo e l'accoglienza è stata con i colori della frutta di stagione, delle verdure e del reparto fresco che ti saluta all'entrata e all'uscita.

Poi sali i vari piani e gli occhi si sgranano, davanti ai migliori prodotti fra paste, sughi, cioccolati, dolci e sfiziosità di ogni genere. Al piano alto c'è anche una libreria, uno spazio bar e il bancone dei salumi e dei formaggi, oltre alle aule didattiche dove svolgono un programma di corsi di cucina. Ma la vera sorpresa sarà al piano sotterraneo, dove c'è un'enoteca wine bar davvero ben fornita, e poi la panetteria, la macelleria con specialità alla griglia e anche la pescheria. Intorno tavolini informali, in un ambiente luminoso che resta aperto anche la sera. Al ristorante assaggi i casoncelli con ripieno di tre carni al burro e salvia , le lasagne al pesto e storione o la Fiorentina di scottona accompagnata da contorni vari. Nel reparto pane fanno anche la pizza. In zona università bisogna invece andare da Campus (via Porta Pile, 19/1 – tel. 0303758100), che offre spunti per pranzi veloci, ma soprattutto i maestosi vini della Perla del Garda di Lonato. Ora, che dietro al banco c'è Andrea, marito di Giovanna Prandini, le sorprese che si annunciano sono davvero tante. Lui è un esperto fornaio genovese e Campus rischia di avere la miglior focaccia di tutta la città.



  PAG. SUCC. >