BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

YARA GAMBIRASIO/ Tracce di Dna, forse investigherà l'Fbi

Pubblicazione:

Foto Ansa  Foto Ansa

Uno dei casi più oscuri della storia italiana, che si accinge, ogni giorno che passa, a diventare tra i tanti misteri irrisolti della cronaca nera. L’omicidio di Yara Gambirasio si è presentato, finora, di complicatissima risoluzione. La 13enne scomparve il 26 novembre scorso dal paesino di Brembate di Sopra, nel bergamasco. Era una promettente ginnasta, e l’ultima volta in cui qualcuno la vide in vita fu nel centro sportivo in cui si allenava. Sparì misteriosamente, nel nulla. Per mesi le forze dell’ordine e i volontari della Protezione civile la cercarono senza sosta, giorno e notte, lavorando la domenica e i festivi. Vennero impiegati anche i cani molecolari, in grado di rintracciare le più infinitesimali tracce olfattive.

Esattamente tre mesi dopo, fu ritrovata in un campo di Chignolo d’Isola. Una beffa del destino, dato che il luogo si trova a poche centinaia di metri, in linea d’aria, dal centro di coordinamento delle ricerche. Come se non bastasse, quel campo era già stato battuto. In molti, poi, hanno raccontato di esser passati più volte da quelle parti; qualcuno per fare jogging, altri per andare a caccia o a pesca. Ciò che sembra chiaro (ma non è escluso che le cose stiano diversamente) è che Yara fu uccisa altrove rispetto al luogo del ritrovamento.

 


  PAG. SUCC. >