BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CENSIS/ Rapporto sui media: il 53,1% degli italiani è online

Più della metà degli italiani è in rete. E’ la prima volta nella storia di internet, secondo un rapporto del Censis-Ucsi presentato al Senato, che l’Italia supera una tale soglia

Fotolia Fotolia

Più della metà degli italiani è in rete. E’ la prima volta nella storia di internet che l’Italia supera una tale soglia. Lo si evince da un rapporto del Censis-Ucsi presentato al Senato: «I media personali nell'era digitale». Sono, per l’esattezza, il 53,1% i cittadini che usano il web, con un significativo rialzo del 6,1% rispetto al 2009. Un dato che riguarda la media degli italiani, ma che riflette profonde differenze se scorporato tra generazioni. Usa Internet, infatti, l'87,4% dei giovani  di età compresa tra i 14 e 29 anni, solo il 15,1% degli anziani tra i 65 e gli 80. Tra chi è più istruito, poi, la percentuale si attesta al 72,2%, mentre tra i soggetti meno scolarizzati al 37,7%. Il rapporto, che ha riguardato anche la fruizione dei media, ha rivelato come la carta stampata non sia ancora uscita dal periodo di crisi, con una perdita del 7% di lettori tra il 2009 e il 2011, del 19,2% rispetto al 2007, per un totale del 47,8% di utenti che comprano i giornali a pagamento. Cresce la diffusione dei free press dell’1,8%, salendo al 37,5% mentre il 18,2% di utenti che seguono le testate on line ha registrato un +0,5%. Tuttavia, sottolinea il Censis: «non si possono più considerare le versioni esclusive del giornalismo sul web, perché i diversi portali Internet di informazione contano oggi un'utenza pari al 36,6% degli italiani». E’ ancora il telegiornale la principale fonte di informazione, con l’80,9% di italiani che lo seguono, ma tra i giovani il dato è del 69,2%, molto simile a quello dell’utilizzo dei motori di ricerca su Internet (65,7%) e Facebook (61,5%).