BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IL CASO/ 1. Un rapporto del governo Usa dimostra che la RU486 è letale

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto Ansa  Foto Ansa

Perché la RU486 è prescritta tra la sesta e la settima settimana, quando l’ovulo fecondato è ancora troppo piccolo per essere individuato dalle analisi mediche e quindi è scientificamente impossibile capire dove si è impiantato, se nell’utero o nelle tube. Inoltre il mifepristone agisce provocando il distacco dell’ovulo fecondato attraverso delle contrazioni uterine. Se l’utero è vuoto e l’ovulo è nelle tube, è chiaro che il mifepristone non produce alcun effetto e che dunque da questo punto di vista la RU486 è mistificante.

 

Ma lei ritiene che 14 decessi su 1 milione e 520mila donne siano statisticamente significativi?

 

La questione è semplice, quando un farmaco provoca la morte non deve essere mai somministrato. Il codice deontologico medico del resto lo afferma in modo esplicito. Inoltre da un punto di vista statistico il confronto da compiere è tra l’aborto farmacologico e quello chirurgico. In Italia dal 1978 a oggi sono stati praticati sei milioni di aborti in ospedale, e la mortalità tra le donne è stata vicina o pari a zero. Fatte le debite proporzioni, questo significa quindi che la RU486 è micidiale. In passato altri farmaci che hanno provocato alterazioni sono stati eliminati dal prontuario farmaceutico.

 

A che cosa si riferisce?


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >


COMMENTI
14/07/2011 - Arma letale (claudia mazzola)

Ho conosciuto 2 donne che hanno abortito, mi ricordo che l'hanno fatto perché non erano ancora sistemate e soprattutto perché non consideravano quella creatura ancora un bambino. La RU486 può uccidere in una volta sola due persone, si sappia!