BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IL CASO/ 1. Un rapporto del governo Usa dimostra che la RU486 è letale

Pubblicazione:giovedì 14 luglio 2011 - Ultimo aggiornamento:domenica 1 gennaio 2012, 20.59

Foto Ansa Foto Ansa

Per esempio alla talidomide, che è molto efficace per togliere la nausea nel primo trimestre di gravidanza, ma provoca malformazioni fetali come la focomelia. Questo farmaco è stato quindi abbandonato. Per un certo periodo inoltre sono state sospese le flebo di ferro per endovena, perché avevano provocato uno o due morti. In questo caso siamo già a quattordici decessi solo negli Usa, cui si aggiunge una ragazzina di 16 anni morta la scorsa primavera in Portogallo.

 

Anche l’insulina per il diabete ha causato dei decessi, eppure nessuno l’ha mai messa fuori legge …

 

L’insulina però è sempre prescritta in seguito al controllo della glicemia da parte del medico. Effettivamente, l’insulina può provocare la morte immediata: basta utilizzarne più del necessario perché il paziente vada in coma ipoglicemico. Ma nel caso dell’insulina non è il farmaco in sé a essere pericoloso, bensì l’utilizzo che se ne fa. Dipende tutto dalle scelte del medico, a differenza della RU486 dove il medico non c’entra nulla perché non è neanche chiamato in causa.

 

I dati dell’Fda possono cambiare la nostra concezione della RU486?

 

Sì, il rapporto dell’Fda smentisce che la RU486 sia una modalità tranquilla per applicare l’aborto, per cui bastano con due o tre compresse anche a casa propria. E rimette in discussione la sicurezza dell’aborto farmacologico. Dal dibattito in corso, la donna è portata a convincersi che può assumere da sola la RU486 a casa propria e portare a termine l’aborto senza nessuna assistenza. Nell’aborto farmacologico mancano quindi del tutto la solidarietà e l’aiuto alle donne, che sono abbandonate a loro stesse. Dove è applicato l’aborto farmacologico c’è l’abbandono clinico dell’utente di questa terapia, e quello che viene a mancare è il punto di riferimento clinico per il paziente. Del resto è proprio per questo motivo che alcuni medici appoggiano la RU486…

 

In che senso?


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >

COMMENTI
14/07/2011 - Arma letale (claudia mazzola)

Ho conosciuto 2 donne che hanno abortito, mi ricordo che l'hanno fatto perché non erano ancora sistemate e soprattutto perché non consideravano quella creatura ancora un bambino. La RU486 può uccidere in una volta sola due persone, si sappia!