BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ITINERARI/ A Ghiffa sul Lago Maggiore tra il galà del vino e i ravioli della Val Vigezzo

Pubblicazione:

Roberto Barboni, chef del ristorante Convivium  Roberto Barboni, chef del ristorante Convivium

C'è chi ama il mare (io no) e chi la montagna (per un weekend lungo). Ma c'è anche chi sceglie la via di mezzo: il lago. Il mio lago è quello Maggiore, sponda piemontese, che ha una mestizia tutta sua quando il tempo cambia velocemente e talvolta scende la pioggia.
In questo weekend sono andato a Ghiffa, che è un paesino stupefacente, subito dopo Verbania, sulla strada che porta a Cannobio dove a fine mese bisogna andare perché domenica 29 luglio, in piazza S. Ambrogio, si anima il 10° Galà del Gusto (www.galadelgusto.com), organizzato dalla migliore enoteca d'Italia, quella della famiglia Bava: 150 anni sul molo a vendere vino (attenzione, se andate in questi giorni chiedete il Grignolino delle vigne vecchie di Accornero del 2006, una delle migliori bottiglie che potrete assaggiare).
Sotto i portici di Cannobio c'è anche una gelateria molto buona: Bar Jolly (piazza Vittorio Emanuele III, 24 – tel. 032371022). Ma visto che il caldo ci porta a parlar di gelati, ecco altri due indirizzi che meritano, entrambi a Intra: la gelateria Fior di Gelato in via XXV aprile, 7 (tel. 0323516224), che merita per le creme e i gelati alla frutta e Gelato d'Altri Tempi in via San Fabriano, 38 (tel. 3405826334) dove dovete chiedere la granita siciliana all'anguria, ma anche i gusti di gelato al pistacchio, alla zuppa inglese e al tiramisù. A Intra vi verrà voglia di fermarvi (cercate il Chiostro in via Fratelli Cervi, 14 – tel. 0323404077 per pernottare) e da qui potrete imbarcarvi col traghetto per raggiungere la sponda lombarda, con attracco a Luino.
Ma è a Ghiffa che vi voglio portare, perché sulle colline, in località Ronco, c'è il relais La Dolce Vita (tel. 032359658), che è un luogo di vero relax, con la sorpresa del ristorante Convivium, che io segno fra le soste migliori di questa estate. Le camere danno sul lago ma anche sul monastero benedettino delle monache della Comunità delle Benedettine dell'Adorazione Perpetua del SS. Sacramento. Se passate vicino sentirete cantare il gregoriano di Santa Ildegarda, che ha la potenza della voce di una quarantina di monache. Poco più sopra c'è il Sacro Monte della SS. Trinità di Ghiffa, anche questo molto bello e riposante, dove organizzare una gita sostando nei prati intorno.



  PAG. SUCC. >