BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

MELANIA REA/ Il Dna, l’anello e le accuse a Parolisi: le ultime notizie del 16 luglio

Le ultime notizie riguardanti il caso della morte di Melania Rea, che stanno giungendo oggi, sabato 16 luglio 2011, stanno destando molta curiosità, ma non risolvono il mistero dell’omicidio

Il bosco dove è stato ritrovato il corpo di Melania Rea (Foto Ansa)Il bosco dove è stato ritrovato il corpo di Melania Rea (Foto Ansa)

Le ultime notizie riguardanti il caso della morte di Melania Rea, che stanno giungendo oggi, sabato 16 luglio 2011, stanno destando molta curiosità. I legali di Salvatore Parolisi, il marito della donna su cui pende, secondo quanto riportato ieri dalla stampa locale, una richiesta di arresto da parte del Pubblico ministero della procura di Ascoli Piceno, hanno fatto sapere che sotto l’unghia dell’anulare sinistro della donna sono state trovate tracce di DNA femminile. Questo farebbe ritenere agli avvocati di Parolisi, che sua moglie sia stata uccisa da una donna, dato che il DNA dell’uomo le è stato ritrovato solo in bocca, e potrebbe essere finito lì a seguito di un bacio tra i due.

Tuttavia il dettaglio del dito su cui è stata rinvenuta la traccia non è di poco conto. Era lì, infatti, che Melania Rea portava la fede nunziale oltre che l’anello di fidanzamento che è stato ritrovato a poca distanza dal corpo nel bosco delle Casermette. Quindi la traccia potrebbe essere stata lasciata da chi ha tolto l’anello dal dito della donna per poi gettarlo via.

Tra le altre ipotesi riguardanti questo oggetto si era pensato che la donna lo potesse aver lanciato per sfregio conto il suo aggressore. Una teoria che sembra cadere ora alla luce di questa scoperta. A sfilare l’anello potrebbe essere stata l’assassina oppure una complice di Parolisi.