BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

AIDS/ Crescono le infezioni in Europa. In Italia 30.000 non sanno di essere malati

Pubblicazione:domenica 17 luglio 2011

Foto Ansa Foto Ansa

Sull’Aids è stata abbassata la guardia, soprattutto in Europa e negli Stati Uniti. È questo l’allarme lanciato dagli esperti riuniti oggi a Roma per la Conferenza Internazionale dell’International Aids Society. L’assise, che durerà fino a mercoledì e in cui si confronteranno circa 6.000 esperti, farà il punto sulla lotta al terribile virus scoperto proprio 30 anni fa, che a quanto pare passerà sempre più dai farmaci, anche nella prevenzione, dato che potrebbero essere in grado di limitare la trasmissione della malattia.

Secondo i dati presentati oggi, l’Aids continua infatti a colpire molte persone. Nel mondo ci sarebbe un’infezione ogni 6 secondi, per un totale di 7.400 al giorno, di cui circa la metà non viene curata. Ogni ora, quindi, sono circa 200 le morti causate dal virus. Anche in Italia i numeri sul contagio sono da brividi: ce ne sarebbe uno ogni due ore, per un totale di circa 4.000 nuove infezioni ogni anno. Nel nostro Paese le persone malate sarebbero tra le 140.000 e le 165.000, di cui 30.000 non sanno nemmeno di esserlo. Circa il 40% è costituito da donne, che paiono essere sempre più affette.


  PAG. SUCC. >