BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MELANIA REA/ Aggiornamenti: uccisa con tecnica miliare: "Parolisi pericoloso"

Pubblicazione:lunedì 18 luglio 2011

Foto Ansa Foto Ansa

MELANIA REA AGGIORNAMENTI - Salvatore Parolisi, dopo la richiesta di arresto, ha passato il weekend con la figlia Vittoria a casa, ma oggi si recherà nella caserma di Ascoli in attesa di sapere cosa deciderà il gip nei suoi confronti. Intanto, dopo i risultati dell'autopsia, spuntano nuovi particolari sulla morte della moglie, Carmela Melania Rea. Secondo gli inquirenti, la donna si fidava della persona che poi l'avrebbe assassinata. Dalle ricostruzioni infatti risulta che non abbia tentato alcuna difesa. Il ritratto dei suoi ultimi istanti di vita sarebbero quelli di una persona che nel giro di pochi attimi si trova a passare da una situazione tranquilla e normale, alla violenza brutale. Escluso che da parte di Melania ci sia stato alcun tentativo di difesa e di lotta. Il trucco sul suo volto è perfettamente stabile, anche l'unghia sotto alla quale è stato ritrovato il dna di una donna, un'unghia ricostruita, non mostra alcuna scheggiatura, alcun danno. Elementi pesanti secondo la procura nei confronti del marito Salvatore Parolisi. Per la procura Parolisi è "uomo pericoloso": potrebbe ancora fare del male ad altre persone o a se stesso. Il modo in cui è stata uccisa, poi: presa alle spalle con tentativo di scannamento, secondo una prassi tipica delle azioni militari. E Parolisi è un militare, un istruttore che insegna proprio a fare cose del genere. La donna, che si trovava con i pantaloni abbassati per un bisogno fisiologico, a quel punto cerca per quanto possibile di scappare, ancora con i pantaloni abbassati: viene quindi raggiunta con sei coltellate alla schietta e altre 20 tra capo, collo e tronco. Mentra la figlia della coppia, Vittoria, era in macchina che dormiva. Gli avvocati di Parolisi contestano ogni particolare di queste accuse.




  PAG. SUCC. >