BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

FOLIGNANO/ Neonato scomparso, fermati i genitori: il cadavere non si trova

I carabinieri setacciano l'area di FolignanoI carabinieri setacciano l'area di Folignano

LA MADRE: «MI E’ CADUTO» - A insospettire era stato il fatto che la famiglia aveva già avuto delle difficoltà, in quanto due figli erano stati tolti alla coppia e dati in affidamento ad altri genitori. Secondo quando raccontato agli inquirenti dalla madre, Katia Reginella, il piccolo sarebbe deceduto per cause naturali, in seguito a un incidente avvenuto in casa. «L’avevo in braccio e mi è scivolato», ha dichiarato la donna. Il neonato sarebbe quindi caduto e avrebbe riportato due vistosi bernoccoli. A quel punto la madre ha tentato di rianimarlo, ma il tentativo è fallito e, quando la donna si è accorta che quello che aveva in braccio era soltanto il suo cadavere, avrebbe deciso di disfarsene. Reginella ha anche mostrato ai militari il punto nel quale il piccolo Jason sarebbe stato abbandonato, sul ciglio di una strada a poca distanza da Castel Trosino. La giovane mamma ha anche dichiarato di non essere stata aiutata da nessuno, nemmeno dal marito cui, almeno secondo la versione fornita ai carabinieri, avrebbe raccontato che il piccolo Jason sarebbe stato portato all’estero. Una deposizione che non ha convinto gli inquirenti, anche perché il corpo del bambino continua a essere introvabile. Proprio per questo, i carabinieri hanno deciso di prendere tutte le misure per scoprire se quanto dichiarato da Pruscino e Reginella corrisponda a verità, e soprattutto se Jason sia morto davvero e in quali circostanze.