BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

FOLIGNANO/ Neonato scomparso, fermati i genitori: il cadavere non si trova

I carabinieri setacciano l'area di Folignano I carabinieri setacciano l'area di Folignano

VERSIONI CONTRASTANTI - Dopo averli interrogati per tutta la notte nella caserma del comando provinciale dei carabinieri, il sostituto procuratore di Ascoli, Carmine Pirozzoli, ha deciso di disporre il fermo della coppia. Nella deposizione di Katia Reginella ci sarebbero infatti numerose discrepanze. Tra l’altro, in un primo momento avrebbe spiegato di avere seppellito il corpicino senza l’aiuto di nessuno, per poi correggersi e dire di essersi limitata a lasciarlo sul bordo di una strada. Ma anche sul punto esatto in cui sarebbe avvenuto l’abbandono si sarebbe contraddetta più volte. Finendo per raccontare una versione dei fatti completamente diversa rispetto a quella dell’avvocato della coppia, Francesco Ciabattoni, secondo cui i genitori erano disposti a rivelare dov’era il piccolo Jason, che era vivo e stava bene, purché le autorità garantissero loro che non fosse stato sottratto come gli altri due figli. Subito sono scattati i controlli, anche nelle abitazioni dei parenti della famiglia che vivono in Abruzzo, ma senza alcun risultato. La coppia è seguita da anni dai servizi sociali e ha altri due figli di cinque e tre anni, affidati ad altre famiglie. Entrambi hanno degli handicap riportati, secondo i genitori, in seguito a incidenti domestici proprio come quello che avrebbe coinvolto il piccolo Jason.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.