BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

FRATELLINI DI BASIGLIO/ I giudici di Milano assolvono tutti, la rabbia della madre

Tutti assolti gli imputati nel caso dei due fratellini di Basiglio sequestrati nel 2008 ai loro genitori perché sospettati di abusi sessuali. Non sussiste il caso, dice la sentenza

BasiglioBasiglio

Tolti ai genitori per 69 giorni per colpa di un disegno giudicato "osé, a contenuto pornografico". E' il caso dei due bambini, due fratelli, di Basiglio, alle porte di Milano, accaduto nel 2008. I bambini furono messi in case di accoglienza. Adesso, tre anni dopo, arriva la sentenza dei giudici nei confronti del preside della scuola, di due maestre, di uno psicologo e un assistente sociale: tutti assolti perché il fatto non sussiste. La rabbia della mamma dei due bambini, espressa con la frase: la legge italiana fa schifo. "Ma come si permettono? Hanno rovinato due bambini questi signori qua" ha commentato, riferendosi in particolare al fratello maggiore della coppia, portato via di casa il giorno del suo compleanno e rimasto traumatizzato dall'episodio. "Il bambino non ha dimenticato il volto di chi l'ha sbattuto in auto, strappato all'abbraccio della madre, minacciato, obbligato a confessare pensieri e azioni mai fatti" ha aggiunto il padre. Il caso scoppiò quando due maestre sequestrarono un disegno trovato sotto al banco di uno dei due fratellini, la femmina, che aveva un contenuto pornografico, mostrava infatti due bambini in atteggiamento di tipo sessuale.



COMMENTI
21/07/2011 - stato di polizia (luisella martin)

Non conoscevo la storia dei due fratellini. Sono rimasta sbalordita dalla vicenda e dalla sentenza. Pensavo che solo nella Germania di Hitler si potessero svolgere fatti simili!