BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

BIMBO SCOMPARSO/ Mistero: la madre dice che è morto, il padre che è vivo

Il mistero del bimbo scomparso da un mese. La madre sostiene che sia morto in un incidente, il marito dice che invece è ancora vivo. I sospetti sulla coppia

L'arresto di Katia Reginella, foto AnsaL'arresto di Katia Reginella, foto Ansa

Il caso del bimbo di Folignano, è sempre più intricato. I genitori si contraddicono: per la madre il piccolo è morto, colpa di un incidente domestico mentre lo teneva in braccio. Per il padre invece è ancora vivo. Katia Reginella, la madre, sostiene che il piccolo le sia caduto dal letto mentre gli cambiava il pannolino e presa dal panico sia andata a seppellirlo lei stessa. Ogni sua indicazione sul luogo dove è stato sepolto è però risultata inattendibile e del corpo non c'è ancora traccia. Il marito, Denny Prusciano, si dice invece convinto che il bambino sia vivo. Tramite il suo avvocato ha fatto sapere agli inquirenti dove si troverebbe. Si dubita anche della sua versione, però. Per gli inquirenti la coppia, a cui l'assistenza sociale aveva già tolto due figli per maltrattamenti affidandoli ad altre coppie, starebbero entrambi mentendo in un tentativo di riprendere il bambino che temevano venisse portato via loro anch'esso. La coppia sarebbe stata d'accordo per fuggire insieme da Folignano. Una lettera, scritta da Katia, sembrerebbe un tentativo di depistaggio: "Ciao Danny, vado a prendere il bambino e mi vado a suicidare. Non dire niente ai miei parenti ma il bambino non è tuo quindi non vedo perché devi passare i guai per un figlio che non è tuo. Ho sbagliato io e pago io. Non ti ho detto niente perché avevo paura che non lo accettavi. Scusami tanto e io ti amerò per sempre. E' stato bello con te però la deve finire questa storia e la faccio finire io a modo mio. Addio, la tua Katia".