BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

NO TAV/ Torna la calma dopo la notte di scontri. Manifestanti lanciano pietre e fuochi d’artificio contro forze dell’ordine

Foto: AnsaFoto: Ansa

Anche la parte opposta della vallata, vicino alla Centrale elettrica di Chiomonte, è stata interessata dalle dimostrazioni, in corrispondenza di uno degli ingressi del cantiere. In molto si sono arrampicati alle recinzioni e hanno iniziato a battere con bastoni contro la cancellata costruita dalle forze dell'ordine per proteggere l’area del cantiere. I militari hanno presidiato questa zona della manifestazione così come altri punti in cui la tensione tra dimostranti e forze dell’ordine è rimasta alta tutta la notte. Tra questi, l'area archeologica, dove - ha riferito la Questura di Torino – alcuni dimostranti hanno lanciato bulloni, probabilmente con fionde, contro le forze dell'ordine che si erano disposte a protezione del sito. Il lancio di bulloni e pietre da parte dei manifetsanti– spiega sempre la Questura di Torino – si è verificato anche sulla riva opposta a quella dove sono schierati Polizia e Carabinieri, all'altezza del ponte tibetano sul fiume Dora.
Terminati gli scontri della notte, l’area è stata bonificata e l’autostrada A32 Torino-Bardonecchia è stata riaperta al traffico. Per domani pomeriggio si prevedono altre proteste, a cominciare dalle 17.

© Riproduzione Riservata.