BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SANTO DEL GIORNO/ 23 luglio 2011: santa Brigida di Svezia, compatrona d'Europa

Pubblicazione:

Tutti i Santi  Tutti i Santi

Santo del giorno 23 luglio 2011: santa Brigida di Svezia - Santa Brigida, che viene celebrata oggi dalla Chiesa Romana, è compatrona d'Europa, insieme a san Benedetto da Norcia e santa Caterina da Siena. Santa Brigida è molto nota ancora oggi per i suoi scritti, le «Rivelazioni», testo mistico venerato dai fedeli. La santa nacque nel 1303 nel castello di Finsta, nell'Upplandi (Svezia), da una nobile famiglia. Qui visse con i genitori fino ai 12 anni. La sua grande fede emerse quando era ancora giovanissima: un giorno Brigida dopo aver ascoltato una predica sulla Passione di Gesù, ebbe con Lui un profondo colloquio. Rimasta colpita dalle sofferenze patite da Cristo, Gli chiede: “O mio caro Signore, chi ti ha ridotto così?” e Gesù le rispose: “Tutti coloro che mi dimenticano e disprezzano il mio amore”. Santa Brigida decise quindi di amare Gesù con tutto il cuore e per tutta la vita.
La santa medievale sposò Ulf Gudmarson, governatore dell'Östergötland, dal quale ebbe otto figli. Ebbe molto a cuore l’educazione cristiana dei piccoli e condivise con il marito una vita di fede profonda, spesso esortandolo a parole e con il proprio esempio a seguire la strada che il Signore aveva tracciato per loro. Santa Brigida confidò ai suoi direttori spirituali. come il padre Matthias, le sue intuizioni e visioni mistiche: questi le trascrissero negli otto celebri volumi delle “Rivelazioni”.

Proprio nel corso delle prime rivelazioni, fu Cristo stesso ad affidare a santa Brigida il compito di fondare un nuovo ordine monastico, per il bene del proprio Paese, ma anche in generale dell’Europa e di tutta la Chiesa. Queste stesse ragioni sono a fondamento di molte sue esortazioni rivolte ai sovrani di Svezia, Francia e Inghilterra e al papa stesso. L’Europa era infatti dilaniata allora dalla Guerra dei Trent’anni.

Nel frattempo santa Brigida entrò nella vita di corte per la parentela con i sovrani di Svezia. Anche in questo ambiente portò il suo esempio di vita cristiana, ma dopo un’iniziale apprezzamento, fu messa da parte in un ambiente dedito a frivolezze e mondanità. La santa tornò quindi felicemente a vivere con il marito, conducendo una vita fraterna e casta. Nel 1341 quando i due coniugi festeggiarono le nozze d’argento ci fu una svolta nella loro esistenza già santa: decisero di andare in pellegrinaggio a Santiago di Compostela, esperienza che li segnò profondamente. Inoltre nel viaggio di ritorno Ulf fu slavato per miracolo da morte sicura: i due coniugi decisero quindi di abbracciare la vita religiosa. Ulf fu accolto nel monastero cistercense di Alvastra, dove poi morì il 12 febbraio 1344 assistito dalla moglie.


CLICCA > QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L'ARTICOLO SU SANTA BRIGIDA DI SVEZIA, SANTO DEL GIORNO



  PAG. SUCC. >