BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

ANONYMOUS/ Colpita la cellula italiana. Identificati 3 hacker

Il gruppo di Hacker  che da mesi stava compiendo attacchi ai danni di siti istituzionali e aziende è stato privato della propria copertura e le identità degli appartenenti svelata

FotoliaFotolia

Gli Anonymous italiani sono stati identificati. Il gruppo di Hacker  che da mesi stava compiendo attacchi ai danni di siti istituzionali e azienda è stato privato della propria copertura e le identità degli appartenenti svelata. Diffuso in tutto il mondo, nel nostro Paese il gruppo si è contraddistinto per alcuni attacchi ai siti di Enel, Agcom, Telecom Italia, Finmeccanica, Camera e Senato. Le incursioni hanno avuto luogo in seguito ad una sorte di votazione tra gli hacker che ha coinvolto anche l’associazione a livello internazionale. Caratterizzati da motti evocativi come “Noi siamo Anonymous. Noi non perdoniamo. Aspettateci sempre”, sono stati scoperti in seguito ad una serie di perquisizioni partite questa mattina. Le operazioni sono scattate all’alba ed hanno rappresentato la conclusione delle indagini effettuate dalla polizia informatica  guidata da Antonio Apruzzese. Il CNAIPIC  (Centro Nazionale Anticrimine Informatico per la Protezione delle Infrastrutture Critiche) ha effettuato 36 perquisizione, e denunciato 3 persone. Sarebbe stato anche individuato il capo dell’organizzazione. Si tratterebbe di un italiano che vive nel Canton Ticino. Il suo cognome, a quanto riporta il Corriere della Sera, sarebbe Thre, lo stesso nickname con il quale avrebbe firmato i suoi attacchi informatici. Oltre a lui sono state denunciate altre due persone. Nell’organizzazione opererebbero anche dei minorenni. La linea del ministero dell’Interno, negli ultimi mesi, si è fatta maggiormente aggressiva.