BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

BATTERIO KILLER/ Vietata l'importazione di semi di fieno dall'Egitto

Vietata l'importazione di semi di fieno di tipo greco dall'Egitto, potrebbero essere la causa dell'infezione di E. coili che ha colpito Germania e Francia. Lo ha deciso l'Unione europea

Fotolia Fotolia

Da qualche giorno è circolata la notizia che alla base dell'infezione provocata dal batterio killer che ha colpito soprattutto in Germania ci sia il fieno di tipo greco importato dall'Egitto. Il Paese africano ha smentito categoricamente che il proprio prodotto sia la causa delle infezioni registrate nelle ultime settimane, ma proprio oggi l'Unione europea tramite la propria agenzia per la sicurezza alimentare, l'Efsa, ha dato ordine di ritirare dai mercati tutti i semi di fieno greco importati dall'Egitto tra il 2009 e il 2011 e conseguentemente vietarne ogni futura importazione. L'ipotesi che sembra più convincente è che i semi contenenti il batterio siano stati contaminati in fase di produzione in Egitto ed essendo che i batteri di E. coli possono sopravvivere per anni, potrebbero essere ancora pericolosi. I semi egiziani furono importati in Germania, in particolare nella regione della Bassa Sassonia, da un distributore ai primi del 2010, mentre vennero importati in Francia, altro Paese colpito dall'infezione, a fine 2009. Recentemente il batterio sembra non colpir più come nelle passate settimane: si oltre 4mila persone colpite in prevalenza in Germania, 850 hanno dimostrato la sindrome emolitica-uremica. Resta però ancora un dubbio, relativo alla persona morta in Svezia.