BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

ICI E 8XMILLE/ Violini: un accordo tra Stato e Chiesa sancito dalla Costituzione

Immagine d'archivioImmagine d'archivio


C'è poi il fatto che gli enti ecclesiastici sono considerati nella categoria delle associazioni onlus, quelle cioè che non svolgono attività di lucro e hanno le stesse esenzioni previste per ogni tipo di associazione del genere, ad esempio quelle sportive: "Infatti" sottolinea la Professoressa Violini. "Se dovesse decadere, anche se come detto è impossibile, l'accordo che riguarda la Santa Sede, dovrebbero essere escluse dai benefici tutte le associazioni onlus d'Italia. Non si può certo escluderne una e lasciare tutte le altre". Conclude la Profesoressa: "C'è una quota che rappresenta quella parte dell'8 per mille che non viene indicata da chi fa la dichiarazione. essa viene ripartita tra tutti gli enti che hanno fatto domanda di partecipare alla quota inespressa, per cui questo dimostra che quanto riceve oggi il Vaticano non potrà mai essere sottoposto a un taglio". Per la precisione, ricordiamo che oltre alla Chiesa cattolica, sono cinque le altre realtà religiose che in Italia ricevono lo stesso medesimo trattamento: la Tavola Valdese, l'Unione Italiana delle Chiese Avventiste del Settimo Giorno le Assemblee di Dio in Italia; l'Unione del comunità ebraiche italiane; la Chiesa evangelica luterana in Italia. Infine c'è un settimo soggetto a cui può essere destinato l'otto per mille, ed è lo Stato italiano.

© Riproduzione Riservata.