BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MEETING 2011/ Da Dante a Chesterton, dai Chieftains agli Zero Assoluto, il programma di tutti gli spettacoli

Pubblicazione:domenica 21 agosto 2011

Foto: Imagoeconomica Foto: Imagoeconomica

Da Dante a Chesterton, dalla musica sacra ai Chieftains. E ancora il regista Zanussi, il film Uomini di Dio di Xavier Beauvois, la musica leggera degli Zero Assoluto e di Niccolò Fabi, fino alla serata finale con La penultima cena di Paolo Cevoli, all’insegna della risata intelligente. Si alza il sipario al Meeting di Rimini, per un programma di spettacoli a 360 gradi, che valorizza la canzone popolare, recupera opere letterarie dimenticate, spinge la sua attenzione anche sulla musica pop alla ricerca degli aspetti più interessanti, al di là della logica commerciale.
Stasera lo spettacolo inizia con una vera e propria festa di popolo: il centro di Rimini, piazza Cavour, risuonerà dei canti popolari della tradizione italiana, da Napoli al Friuli, i salmi, tutti accompagnati dagli strumenti tradizionali, per riscoprire nel canto e nella musica i 150 anni dell’Unità d’Italia. Sarà Ambrogio Sparagna, musicista ed etnomusicologo di grande fama, a tenere le fila del grande spettacolo, una festa popolare per riscoprire la bellezza dell’incontro tra uomini, provenienti da ogni angolo dello Stivale e dell’unità tra di loro. L’artista sarà accompagnato da un’orchestra di organetti e mandolini, pive e ciaramelle, ghironde e tamburelli, e dal poeta Davide Rondoni nella scelta e nella declamazione di grandi versi della poesia italiana.
Alla festa di popolo seguiranno, per i sette giorni del Meeting, ventisei appuntamenti di musica classica e leggera, teatro, cinema e danza.
Lunedì 22 appuntamento da non perdere con la grande letteratura internazionale: protagonista sarà lo scrittore Gilbert Keith Chesterton, di cui verrà rispolverato un testo poco noto, La Ballata del cavallo bianco, del 1911, ispirato dalla leggenda del re Alfred, che nella Valle del Cavallo Bianco sconfisse i barbari invasori nel nono secolo. A Narrare la Ballata l’attore genovese Massimo Popolizio, nelle vesti del re stesso, emblema dell’uomo in lotta, spaventato dalla imminente distruzione, ma che non può celare la grandezza del proprio desiderio.
Sempre lunedì, per i grandi concerti di musica classica, sarà ospite del Meeting il giovane coreano Kim Dong Kyu, pianista trapiantato in Germania, che ha appena vinto il concorso pianistico internazionale di San Marino. Il pianista è considerato tra i migliori interpreti contemporanei di Schumann, Liszt e Stravinskij.
La serata si conclude all’insegna della musica pop con gli Zero Assoluto (Thomas De Gasperi e Matteo Maffucci) che riproporranno i loro successi: Svegliarsi la mattina, Cos’è normale, Appena prima di partire.
Martedì sarà il giorno della lirica, nella serata dal titolo “Che più cercando io vo?” (tratto da L’elisir d’amore di Gaetano Donizetti) con l’orchestra del Teatro Regio di Parma, che eseguirà le più belle e famose arie dell’opera italiana: da Verdi a Donizetti, da Rossini a Mascagni.


  PAG. SUCC. >