BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

MEETING/ La volontaria musulmana: Noi e i cristiani, uniti per costruire un'opera più grande

Al Meeting di Rimini ci sono anche volontari di fede musulmana provenienti dall'Egitto. Kassem Sama è una ragazza di 25 anni che si occupa delle pulizie. L'abbiamo incontrata

Foto Ansa Foto Ansa

Samar Kassem, musulmana, ha 25 anni, vive al Cairo dove è impiegata in una agenzia di assicurazioni. E' arrivata a Rimini, per partecipare al Meeting lavorando come volontaria. Si occupa, come tanti altri ragazzi e ragazze di tutto il mondo, di pulizie. Ma Kassem prima di venire al Meeting di Rimini aveva già preso parte a un altro Meeting, quello che si è tenuto proprio al Cairo lo scorso anno e dove già aveva lavorato come volontaria. "Il mio più grande desiderio è che ci possa essere un altro meeting al Cairo come quello cui ho già preso parte" ha detto a IlSussidiario.net che l'ha incontrata per chiederle come mai questo viaggio fino in Italia. "Ero curiosa" ci ha detto. "L'esperienza che avevo fatto al Meeting del Cairo mi aveva colpito molto. Ciò che mi aveva affascinato di più era stato vedere come tanti ragazzi di nazionalità diversa, egiziani e italiani, avessero potuto lavorare insieme senza problemi". Che cosa l'aveva colpita maggiormente? "Il fatto che ci aiutavamo, che ognuno traduceva per l'altro, che ci si sosteneva senza alcun problema. E che alla fine fossimo riusciti nell'intento, quello di fare qualcosa di bello, di poter portare a termine una esperienza così impegnativa. La cosa fondamentale perché ciò sia stato possibile è stata di aiutarsi gli uni con gli altri, nessuna differenza tra noi egiziani e gli italiani". E cosa si aspetta dal Meeting di Rimini? "La stessa cosa, anche se qui, essendo in tantissimi, sarà diverso, ma proprio per questo sono curiosa di vedere cosa succederà e come riusciremo nel nostro compito. La possibilità, ritengo, è la stessa del Cairo". In passato Kassem aveva già lavorato come volontaria per varie situazioni. Sin dai tempi del liceo, infatti, ci ha detto, è stata impegnata con varie attività, ad esempio al Museo egizio del Cairo, poi nel turismo. "Ho sempre voluto aiutare gli altri" ha detto. Proprio in questo periodo dell'anno i musulmani osservano il ramadan, cioè il digiuno totale fino al tramonto del sole. Lavorare in queste condizioni è faticoso? "No" dice Kassem. "Sono abituata a lavorare durante il ramadan anche in Egitto, non è faticoso per me". Al Meeting di Rimini ci sono persone di tante fedi religiose diverse: "E' uno dei motivi per cui sono voluta venire" spiega.