BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

ABORTO/ Dal Liechtenstein e dall’Inghilterra, due lezioni per l’Europa

Fotolia Fotolia

Nel sistema britannico, inoltre, «vige il principio giurisprudenziale secondo il quale, spesso, si legifera, o si prendono decisioni in sede di giudizio, tenendo in considerazione precedenti legati a fatti concreti». Quanto accaduto, potrà sortire conseguenze anche per un altro motivo: «spesso, ormai, a livello europeo molte decisioni non scaturiscono più dai parlamenti o dai soiggetti deputati a fare leggi, ma dai giudici». C’è da aggiungere, infine, che la giurisprudenza inglese, spesso, viene tenuta in alta considerazione e presa come esempio dagli altri Paesi anglofoni - ma non solo - perché in anticipo, rispetto ai fenomeni sociali, su quella Europea. Anche i Paesi del Civil Law (quelli che seguono il modello di ordinamento giuridico che, di norma, si contrappone al common law, cui aderiscono, invece, i Paesi anglosassoni ndr) quando subentrano nuovi fenomeni sociali può capitare che si rifacciano alla giurisprudenza anglosassone». Non influenzerà i Paesi limitrofi a livello legislativo, ma ha egualmente grande importanza, il gesto del principe del Liechtenstein. «La sua testimonianza ha un elevato valore. Un uomo di stato, nel momento in cui rifiuta di apporre la firma ad un provvedimento che entrerebbe in conflitto con i propri valori, dovrebbe far riflettere anche gli altri legislatori.  Diventa esemplare nei confronti di tutti quei parlamentari che, probabilmente condividono gli stessi valori ma che non sempre hanno contribuito a fare buone leggi dal punto di vista della bioetica e della vita nascente». 

 

(Paolo Nessi)

© Riproduzione Riservata.