BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ONDATA DI CALDO/ Giuliacci: l’alta pressione nordafricana ci farà boccheggiare fino a fine mese

Pubblicazione:

Foto Ansa  Foto Ansa

Mangiare frutta e verdura - Via libera, invece, a frutta e verdura, consumate anche più volte nell’arco della giornata, e ai cibi leggeri. E’ bene, inoltre, non uscire nelle ore più calde, dalle 11 alle 18, e indossare abiti leggeri, di lino o cotone, preferibilmente chiari, in modo da non attirare i raggi solari.

Attenzione ai bambini - Per quanto riguarda i bambini, poi, data la loro scarsa capacità di regolazione termica, è meglio che non giochino in cortili chiusi o asfaltati. Se si trovano in ambienti con l’aria condizionata, copriteli con un vestito leggero.

LE PREVISIONI DI GIULIACCI: Perché una simile condizione climatica ci sta colpendo? E, soprattutto, fino a quando ci toccherà sopportarla? IlSussidiario.net lo ha chiesto a Mario Giuliacci. «In estate – spiega l’esperto -, quando il cielo è sereno, significa che sull’Italia c’è alta pressione. Ne esistono di due tipi: l’alta pressione delle Azzorre, che si allunga sino al Mediterraneo, sospingendo anche freschi venti atlantici, tali per cui il cielo è sereno ma il clima è mitigato e difficilmente la temperatura supera i 30-32 gradi. Lungo il corso dell’Estate è quella che più spesso ci raggiunge. Ben diversa l’alta pressione nordafricana, che sta causando il caldo di questi giorni. Anch’essa assicura il cielo sereno  ma, contestualmente, trasporta le calde masse d’aria prelevate dal Sahara. La miscela di cielo sereno e venti africani hanno l’effetto del clima torrido».



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >