BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SBARCHI/ Blangiardo: l’Africa si "sposta" in Europa? Una soluzione c’è…

Pubblicazione:

Foto: Ansa  Foto: Ansa

In proposito vale però la pena di ricordare come già nell’ultimo ventennio l’Africa sub-sahariana abbia complessivamente esportato altrove circa 15 milioni di abitanti 15-49enni e come, analogamente, il Nord Africa abbia pagato un tributo di 4 milioni di giovani emigrati. In prospettiva, nel prossimo ventennio si segnala l’esigenza di fronteggiare, nel complesso dell’Africa, un surplus tra potenziali ingressi e uscite dal mercato del lavoro che sarà nell’ordine di venti milioni di unità annue, per il 90% localizzato nei paesi della regione sub-sahariana. È realistico immaginare che, in assenza di qualsiasi azione volta ad accelerare lo sviluppo locale, la valvola di sfogo di una tale pressione sia unicamente l’emigrazione? E poi, verso quali paesi? Se anche si mette in conto il deficit annuo di circa 2 milioni di unità prospettato per l’Europa, come si può pensare che il gioco dei vasi comunicanti possa realisticamente arginare una pressione dal Sud come è quella che potrebbe ventilarsi? Per altro espressa da popolazioni - giovani, sempre più istruite e con una crescente parità di genere - che hanno piena consapevolezza dell’esistenza di “un altro mondo”.

La dura legge dei numeri offre dunque valide argomentazioni per ricordarci che la sfida che viene dal Sud va necessariamente affrontata attraverso strumenti che promuovano lo sviluppo nello stesso Sud. E se è vero che qualche segnale incoraggiante sul piano della dinamica economica sembra si stia registrando, è anche vero che molto ancora va fatto per valorizzare pienamente il capitale umano del continente africano.

È solo attraverso adeguate forme d’investimento e con efficaci iniziative di formazione - anche sviluppando e organizzando in modo funzionale il fenomeno delle migrazioni circolari - che il “dividendo demografico” potrà venire finalmente riscosso a beneficio di coloro che ne hanno legittimamente titolo.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.