BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CHIESA/ Magister: Bagnasco non parla solo ai politici, ma al cuore di tutti

Foto Ansa Foto Ansa

«Le situazioni critiche o gli scandali, in Italia, purtroppo non rappresentano una novità. Le parole del presidente della Cei, quindi, vanno interpretate in un altro senso». Magister contesta il fatto che quella di ieri sia stata un’omelia caratterizzata da toni più marcati del solito. «Gli interventi di Bagnasco sono frequenti; vanno da omelie come quelle di ieri, alle prolusioni di apertura del Consiglio permanente della Cei, e sono modulati sulla necessità del momento. E affrontano temi di volta in volta diversi che, al contempo, si inscrivono nel corso della continuità della sua azione pastorale». Ad esempio, il nocciolo dell’intervento di ieri, l’idea che «il cambiamento nell’agire derivi da una conversione del cuore e delle menti è un dato essenziale non solo della sua predicazione, ma anche di quella del Papa». In ogni caso, il discorso di ieri, ci tiene a sottolinearlo, «non solo rientra nel suo diritto di parola - ci mancherebbe altro - ma anche tra gli stessi doveri che le gerarchie ecclesiastiche hanno nei confronti delle persone. Tra questi rientrano la predicazione e il richiamo a determinati principi». 

 

(Paolo Nessi)

© Riproduzione Riservata.