BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

RISTORANTI/ La focaccia di Manuelina che fa sorridere Recco da 125 anni

PAOLO MASSOBRIO ci parla del ristorante Manuelina a Recco, che da 125 anni sforna l'ottima focaccia al formaggio e continua a colpi di sorriso a portare avanti la propria tradizione

La focaccia di Manuelina a Recco La focaccia di Manuelina a Recco

Ci sono dei ristoranti dove vai a mangiare più o meno bene e ci sono dei locali dove invece ti senti a casa tua. L'altro giorno mi trovavo in ascensore con due amici curiosi, che avevano appena scaricato su iPhone l'applicazione dei Ristoranti del Golosario e mi hanno chiesto se fossi andato a fare qualche “prova di lavoro” alla sera. Gli ho detto “Sì, da Manuelina a Recco”. Subito si è levato un urlo di approvazione, che immagino abbia scatenato ricordi famigliari. In me li evoca ricordandomi come i miei bambini, ancora piccoli, mi obbligassero a uscire a Recco per mangiare la mitica focaccia con il formaggio. Quest'anno Manuelina ha compiuto 125 anni e quando a marzo c'è stata la festa, con tutti i loro fornitori di materie prime che componevano un salotto di cose buone, ho visto le immagini di questa lunga storia: dalla prima trattoria della trisavola alle trasmissioni televisive dove Gianni Carbone presentava all'Italia i pansotti col sugo di noci. Cristina Carbone, la figlia, che insieme alla sorella Gloria e al fratello Cesare porta avanti questa avventura, con papà e mamma sempre presenti, mi ha raccontato che ogni generazione, per tradizione, deve avere qualcuno che porti il nome di Manuela. Ma Manuelina cos'è? Innanzitutto una famiglia che ha creato tre luoghi dove si sta a proprio agio. Il primo è questo ristorante arioso, con due sale eleganti ma non opprimenti, dove appena ti siedi sei felice; poi c'è la focacceria, che è un locale più informale dove la celebre focaccia viene celebrata in abbondanza, insieme a salumi e formaggi (servita sempre come entrée appena sfornata). Il terzo luogo è un albergo, o meglio un relais, con una raccolta sala delle colazioni, dove vi lascio immaginare le leccornie che vi salutano al mattino.