BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

RAGAZZA SCOMPARSA/ Cerignola, l'appello della mamma di Rosaria Pugliese sparita il 2 settembre

Rosaria Pugliese, 21 anni, è scomparsa dalla sera di venerdì 2 settembre dalla sua abitazione di Cerignola in provincia di Foggia. La madre lancia un appello televisivo

Rosaria Pugliese, la ragazza scomparsaRosaria Pugliese, la ragazza scomparsa

Rosaria è scomparsa dallo scorso 2 settembre, di lei da allora non si sa più nulla. La giovane, 21 anni, abitante a Cerignola in provincia di Foggia, è scomparsa dopo aver mandato un sms alla madre e al fidanzato la sera di venerdì 2 settembre. Era uscita di casa verso le 18 dicendo che sarebbe andata a Foggia con delle amiche, poi l'ultimo sms verso le 21 dicendo che sarebbe tornata a breve. Di lei invece da quel momento non si è saputo più nulla e il cellulare da allora risulta spento. Interrogato, il fidanzato ha detto di non saperne nulla e i sospetti degli inquirenti sono che Rosaria si sia allontanata di sua volontà, anche se in tasca aveva solo 5 euro. Il fidanzato ha raccontato di aver provato a chiamare Rosaria il giorno dopo: avrebbe risposto, invece della ragazza, una voce di uomo che avrebbe detto soltanto: "Poi ci sentiamo". Domani questa nuova sparizione, proprio in Puglia, dove avvenne il caso di Sarah Scazzi, sarà esaminato al programma Chi l'ha visto. Ma intanto la madre, Pina Sorrenti, si è rivolta già oggi alla trasmissione Mattino 5. “Il primo pensiero è che l’abbiano rapita. Rosaria è una ragazza allegra e solare. Era tranquilla” ha detto la donna, aggiungendo:  “Frequentava un ragazzo da 4 mesi. Ho parlato con lui ma dice di non sapere nulla. E’ uscita di casa solo con il cellulare e 5 euro in tasca”. Quindi la donna ha lanciato un vero appello a chi possa sapere qualcosa della sorte della figlia: “Per prima cosa mi rivolgo a chi a preso mia figlia. Voglio sapere dove si trova e se sta bene. Dateci delle notizie. Poi mi rivolgo a Rosaria.  Figlia mia, tu lo sai che ti vogliamo bene. Ti aspettiamo a braccia aperte tutti. Non importa quello che hai fatto, ti perdoniamo. Stiamo tutti male anche i nonni. Se non vuoi parlare con noi, mandaci un messaggio o parla con tuo fratello o con tua cugina Gerarda che sta male. Rosaria io spero di avere tue notizie, lo sai che ti aspettiamo. Io sto male. Non ce la faccio più.” Cosa può essere accaduto veramente?