BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SATELLITE NASA/ Protezione civile, rischio in aumento (video)

Pubblicazione:venerdì 23 settembre 2011 - Ultimo aggiornamento:venerdì 23 settembre 2011, 16.46

Fotolia Fotolia

La Protezione civile avverte, il rischio che i detriti del satellite Nasa possano causare problemi sono aumentati. UARS, il satellite in questione ovviamente ridotto in frantumi dall'impatto con la nostra atmosfera, è previsto che cada tra le ore 21 e 25 e le 22 e 03 di questa sera venerdì 23 settembre. E parte dei detriti è previsto ormai da giorni che potranno precipitare in alcuni territori delle nostre regioni del Nord, in particolare  l'Emilia Romagna (Piacenza e Parma), il Veneto (Verona, Vicenza, Belluno e Treviso) e il Friuli (Pordenone e Udine). La Protezione civile nelle ultime ore ha diramato diversi comunicati chiarendo che la situazione non dovrebbe generare particolari allarmi, visto che si presume che come in casi analoghi del passato i detriti saranno praticamente invisibili, ha però fatto sapere che in questo momento il rischio è un po' aumentato. Le probabilità variano da una fascia che va da un minimo di 0,6% allo 0,9% e sono adesso cresciuto dell'1,5%. In ogni caso di una cosa la Protezione civile è sicura: che qualunque sia la dimensione dei detriti che dovessero cadere a terra, si raccomanda di non toccarli nel modo più assoluto: sono infatti dei frammenti tossici: "Chiunque avvistasse un frammento dovrà segnalarlo immediatamente alle autorità e comunque dovra' mantenersi a una distanza di almeno 20 metri" dice la Protezione civile. E' particolarmente in allerta la Liguria, per il timore che i frammenti possano cadere su una delle tante raffinerie di petrolio e aziende chimiche che si trovano nel territorio. "Si tratta di procedure previste per ogni emergenza" ha detto l'assessore regionale alla protezione civile Renata Briano: "In questi casi le aziende seguono i protocolli stabiliti. Non sono previste evacuazioni o spostamenti di materiali". Si conosce un solo caso, ad oggi, di una persona colpita da un frammento di un satellite precipitato sul nostro pianeta. E' successo nel 1997 negli Stati Uniti, a una donna che si trovava in un parco di Tulsa nell'Oklahoma: dopo aver visto un bagliore nel cielo dopo circa mezz'ora è stata colpita su una spalla.


  PAG. SUCC. >