BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PAPA/ Arrestato l’autore degli spari vicino alla messa ad Erfurt (Video)

Pubblicazione:

Foto Imagoeconomica  Foto Imagoeconomica

Procede senza intoppi il viaggio apostolico del Papa dopo l’episodio e i momenti di tensione di stamattina, a Erfurt, quando un trentenne, uno squilibrato con ogni probabilità, ha esploso dalla finestra del sottotetto di un’abitazione 4 colpi da un fucile ad aria compressa, mirando a due vigilantes privati. Senza intoppi, del resto, si è svolta la messa del Pontefice che è stato informato dell’accaduto solamente al termine della celebrazione. L’uomo, che è stato arrestato e nega di aver sparato, non si sa ancora da quali intenzioni sia stato mosso. Ciò che è ormai praticamente certo è che non il suo gesto non è da collegare alla visita di Ratzinger, anche se nei primi lanci di agenzia sembrava che, invece, si trattasse di una sorta di attentato non andato a buon fine. «Si è trattato della solita bufala mediatica legata alla psicosi che si crea ogni volta che il Papa fa un viaggio», ha spiegato, a ilSussidairio.net Lucio Brunelli, vaticanista del Tg2 che, stamattina, si trovava a Erfurt

L’appartamento dal quale ha sparato infatti, si trova a 500 metri di distanza dalla piazza in cui la folla (che non si è accorta di niente) si è radunata per assistere alla messa. Inoltre l’accaduto si è verificato ben due ore prima dell’inizio dell’evento.

E’ stata smentita, inoltre, la notizia secondo la quale un agente di sicurezza sarebbe rimasto ferito.

L’uomo, che a quanto ha riferito il capo della polizia non è l’inquilino del’abitazione dalla quale ha sparato. Nei suoi confronti – la sua fedina penale è pulita – è stato aperto un procedimento per lesioni gravi.

Nel frattempo, il Papa si è spostato, come da copione, verso Friburgo. Dopo la messa, è salito su un velivolo dell’aeronautica militare tedesca. Si tratta della sua terza visita in Germina, dopo quella del 2005 a Colonia e del 2006 in Baviera.

La situazione resta tranquilla. Non si è ritenuto necessario aumentare li livello di sicurezza che, in ogni caso, è già estremamente elevato. La polizia di Turingia, regione delle Germania centrale in cui si trova Erfurt, per proteggere il Papa ha mobilitato 4mila agenti. Il centro storico della città è stata chiuso mentre le persone che hanno voluto assistere alla messa hanno dovuto lasciare agli agenti le aste delle bandiere e i thermos con le bevande calde.

 



  PAG. SUCC. >