BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

OMICIDIO PESCARA/ Uccide la madre, lo aveva annunciato con un video. Lo psichiatra: "Non basta dare psicofarmaci"

Ha ucciso la madre a coltellate. Il giovane più di un anno fa aveva messo su Youtube un video in cui annunciava le sue intenzioni. Il parere dello psichiatra LUIGI CANCRINI

La foto del giovane omicida sulla sua pagina FacebookLa foto del giovane omicida sulla sua pagina Facebook

La sua voglia di uccidere qualcuno l'aveva annunciato con un video, quasi un cortometraggio, postato sul canale Youtube un anno e mezzo fa circa. Adesso ha ucciso veramente

In terapia sin dal 2006 per sindrome psicotica, Valentino Di Nunzio abitante in un paese in provincia di Pescara, aveva annunciato in un video postato su Youtube quello che desiderava fare: ammazzare una persona. Il filmato, di circa dieci minuti, girato come un vero e proprio cortometraggio con attori e voci fuori campo, lo vede compiere il gesto, fingendo di soffocare una persona. Frasi inquietanti e scioccanti, con il senno di poi, si sentono per tutto il video:  "La pazzia è vera, vera come la morte che è l'unica cosa che non ti tradisce". E ancora. "Tutti sono buoni a fa nascere qualcuno, ma a uccidere no, per uccidere ci vuole coraggio". Fino alla profezia finale: "Cercavo sangue, volevo ascoltare il suono della morte". Il filmato, intitolato "La dodicesima vittima" durava circa un quarto d'ora, ed era stato girato con l'aiuto del padre del ragazzo e di un cugino (adesso è stato rimosso ma alcuni utenti della Rete sono riusciti a riprodurne alcune parti brevi) . Adesso Valentino, 27 anni, ha fatto veramente quello che aveva profetizzato: ha ucciso con cinque coltellate all'addome e al collo la madre, una donna di 55 anni, per il  semplice motivo, ha spiegato agli inquirenti, "che lo aveva fatto arrabbiare". Da tempo il ragazzo, che nel video si auto definisce "il killer", diceva che i suoi genitori lo opprimevano. La sera del delitto si trovava a casa di alcuni cugini a guardare un film. Si era alzato e aveva detto che tornava a casa. Poi la tragedia, che alla luce della sua profezia su Youtube e del fatto che le sue condizioni mentali fossero dichiaratamente gravi, assume una luce davvero scioccante: si poteva evitare tutto ciò? Possibile che i famliari e lo specialista che lo aveva in cura non si fossero resi conto della gravità della situazione? O sono mancate le strutture adeguate per evitare un tale finale sanguinoso? Forse il filmato era stato girato come semplice sfogo  momentaneo e nessuno lo ricordava neanche più.